La Terapia Manuale per le Cefalee Primarie

La Terapia Manuale, cosidetta oggi, è una branca specialistica della medicina riabilitativa ortopedica. E’ un sistema di valutazione e trattamento naturale, che non prevede l’uso di farmaci né contempla l’uso di elettromedicali, bensì prevede l’impiego di tecniche manuali, educazione neuroscientifica ed esercizi “correttivi” di carico.  E’ scientificamente e clinicamente valida, con effetti meccanici e neurofisiologici globali.

Per migliorare i disturbi muscolo-scheletrici cervicali e mandibolari spesso associati all’emicrania e alla cefalea di tipo censivo, la Clinica del Mal di Testa utilizza un approccio integrato di Terapia Manuale, semplice e veloce.

Si impiegano:

tecniche comunicative di ascolto, educazione neuro-scientifica e coaching affinchè la persona/paziente comprenda, in modo semplice e senza tecnicismi anatomici, come funzionano i meccanismi del suo dolore.  L’acquisizione di queste conoscenze è già di per sé terapeutico e permette, inoltre, di “aggiornare” e allontanare la persona/paziente dai modelli tradizionali bio-medici o bio-meccanici/strutturalisti di altro genere, che alimentano paure o convinzioni negative, favorendo il peggioramento delle condizioni e soprattutto la dipendenza terapeutica. E’ necessario invece stimolare una gestione autonoma per cambiamenti reali, positivi ed effettivi;

tecniche manuali selezionate e rivisitate,  provenienti da varie metodiche impiegate a livello internazionale per questo tipo di problematiche;

esercizi correttivi, attivi e semplici, che promuovono il ricondizionamento fisico per migliorare le capacità di carico dei tessuti e rafforzare la fiducia nelle proprie capacità di movimento, con effetti terapeutici bio-psico-sociali globali ancora molto sottovalutati.

cefalea emicrania

Tecniche Manuali secondo l’approccio CMT

Le tecniche manuali di valutazione e trattamento dell’approccio CdMT comprendono test di movimento e manipolazioni tissutali

Si impiega questa terminologia generica perchè ogni volta che palpiamo e muoviamo segmenti corporei con le mani, stiamo di fatto “manipolando”  e stimolando non una cosa specifica ma tante cose al tempo stesso: cute, nervi, vasi, muscoli, fasce, ossa, articolazioni.

Non si tratta nessun tessuto “in modo specifico o unico”. La realtà del corpo e delle terapia manuale è semplice, globale e “uguale per tutti” . Dunque fai attenzione quando senti discorsi del tipo “stiamo muovendo la fascia”, “sto muovendo una vertebra”: non è vero.

L’approccio CdMT si basa teoricamente sull’integrazione di vari concetti / modelli riabilitativi, spesso simili, internazionalmente riconosciuti e diffusi, sviluppati da colleghi di fama mondiale:

– il concetto di Riproduzione-Risoluzione-Rilevanza (Reproduction – Resolution=Relevance) di Dean Watson su cui si basa principalmente l’approccio CdMT e di cui puoi leggere  qui,
– il relativo presupposto della Risposta del Paziente (Patient Response): the utility of symptom modification and making change in pain
– Concetto di Direzione Preferenziale (Directional Preference) di cui puoi leggere quiqui e qui,
– Capacità di Carico Tissutale (Tissue Load Capacity) di cui puoi leggere qui e qui,
– Modello dell’Organismo Maturo (Mature Organism Model) di cui puoi leggere qui,
– Modello 3R (Reset, Rieducazione, Ricarico – Reset, Reeducation, Reload) di cui trovi info qui e qui,
– il concetto di Mobilizzazione con Movimento (Mulligan Concept) di cui trovi qui
– il concetto si semplicità secondo il Rasoio di Occam (Novacula Occami) di cui puoi leggere qui.

Le tecniche di trattamento disponibili dipendono dal ragionamento del terapista in accordo con le aspettative e esigenze del paziente, e sono poche e semplici.

Ma occorre sapere dove agire e come farlo.

In termini tecnici ma generici, noi usiamo:

tecniche di educazione neuroscientifica e comunicazione/coaching per apprendere la neurofisiologia del dolore, rimodulare convinzioni negative, stimolare una risposta e partecipazione attive e responsabili al percorso terapeutico;

tecniche dirette di manipolazione “statica” sostenuta : si esercitano con le dita o strumenti specifici pressioni perpendicolari su “vari” tessuti, con intensità e profondità variabili e graduali, per tempi brevi (30-60-90 secondi) e poche ripetizioni;

tecniche dirette  di manipolazione “dinamica” sostenuta: si eseguono con le dita o con le nocche o con strumenti particolari, e consistono in pressioni associate a scivolamenti diretti in senso longitudinale o trasversale sui tessuti,  generalmente molto lenti e di piccola ampiezza (pochi centimetri);

tecniche dirette/indirette di manipolazione tissutale strumento assistite: si esercitano con vari strumenti dalle forme peculiari, di metallo o plastica o legno, o con strumenti meccanici a percussione, d’intensità, modalità e durata ben distinte;

tecniche miotensive (PIR Rilassamento Post Isometrico, RI Inibizione Reciproca): sono tecniche di mobilizzazione attivo-assistite (cioè richiedono la partecipazione del paziente);

tecniche intramuscolari  o Dry Needling: per maggiori informazioni su questo approccio leggi qui Mal di Testa e Dry Needling;

tecniche di manipolazione articolare o HVLAT (High Velocity Low Amplitude Thrust): sono tecniche di medicina manuale ortopedica e osteopatia, veloci, di piccola ampiezza, che possono produrre rumori particolari (il famoso “crock o crack”) usate solo in casi particolari;

esercizi di ricondizionamento neuro-muscolare o “allenamento riabilitativo”: movimenti specifici, semplici, per stimolare il sistema nervoso con effetti neurofisiologici locali e globali e favorire l’ottimizzazione delle capacità di carico e movimento dei tessuti.

cefalea emicrania

Il concetto Neuro-Switch

Personalmente, per riassumere la “mia” integrazione di tali modelli e semplificarne la comunicazione, ho coniato la “mia” espressione: il concetto Neuro-Switch. Con essa intendo quel concetto semplice di verifica immediata, attraverso test di movimento, tecniche manuali o comunicative, della capacità di modificazione-modulazione percettiva del sistema nervoso a sollecitazioni di intensità, durata, localizzazione e direzione variabili.

Qualsiasi azione comunicativa o manuale o esercizio determina di fatto e continuamente “switch neuronali”, cioè modificazioni di stato e funzione nervosa, positive o negative. Infatti, qualsiasi interazione, a qualsiasi livello, con un corpo altrui è sempre un’interazione neuronale “multilevel”, appunto, la cui significatività terapeutica va analizzata e interpretata subito.

Per questo ho scelto l’immagine e la semplicità del simbolo dell’interruttore: Switch = On/Off, Acceso/Spento.

Al momento della valutazione, con le opportune stimolazioni io cerco di “accendere/spegnere” i sintomi e/o i segni fisici della persona. Quando questa modificazione o modulazione nervosa accade, l’indicazione al trattamento è molto ben supportata.

Un sistema semplice da capire, semplice da fare, internazionalmente condiviso, che salva tempo e energie nonché risorse economiche, lontano da teorie e rimedi complessi per i quali c’è stato e ci può essere tutto il tempo che si vuole (considerando la media di anni riportati dai pazienti a “provare” e “fare” cose di gran complessità e ben pochi o nulli risultati o addirittura peggioramenti).

La Terapia Manuale seria è umile e onesta.

Ricapitolando: con tecniche comunicative,  manuali  e movimenti si cerca di riprodurre e/o modificare subito sintomi e/o segni che devono essere simili o uguali a quelli usuali, lamentati e conosciuti dal paziente. La riproduzione e modificazione dei sintomi al momento della valutazione, indicano che il trattamento manuale è indicato e ne giustificano l’applicazione immediata nel caso di Cefalea Tensiva o Emicrania.

Hai questi  sintomi e segni? Fai il Test fattori muscolo-scheletrici Prenota una visita per sapere subito come aiutarti a stare meglio.

Testa il tuo mal di testa

CLINICA DEL MAL DI TESTA

È IL PRIMO NETWORK MULTIDISCIPLINARE ITALIANO DI PROFESSIONISTI ESPERTI NELLA VALUTAZIONE, CURA E GESTIONE DELLA PERSONA CON MAL DI TESTA O CEFALEA

TROVA IL PROFESSIONISTA o IL CENTRO PIÙ VICINO A TE