39 327 4784284

I dolori cervicali e i disordini associati o NAD (Neck Associated Disorders) che includono mal di testa e irradiazioni alle braccia e alle scapole, sono una delle cause peggiori di disabilità al mondo perchè comportano un significativo peso sociale, psicologico, economico.

Il Colpo di frusta

Una delle condizioni peggiori è quella conseguente al Colpo di Frusta (Whiplash Injury). Con questa espressione, introdotta per la prima volta nel 1928 dal Dott. Crowe ortopedico statunitense, si indica un particolare trauma distorsivo della colonna vertebrale o rachide cervicale. 

Il colpo di frusta può esitare in lesioni ossee, cartilaginee, discali e dei tessuti molli (muscoli, fasce, legamenti e nervi) e può portare a varie manifestazioni cliniche che  vengono denominate “disturbi associati al colpo di frusta” o WAD (Whiplash Associated Disorders).

Cause del Colpo di Frusta

Nella maggior parte dei casi questo trauma è determinato da una brusco movimento di accelerazione/decelerazione del capo rispetto al tronco che ricorda appunto l’azione di una frusta.

Questo evento distorsivo cervicale può accadere durante:

  • attività sportive quali rugby, american football, calcio, ginnastica artistica, acrobatica, arti marziali o da combattimento
  • durante attività lavorative: cadute o impatto con macchinari o attrezzi
  • in strada a causa di un incidente automobilistico (o altro mezzo)

L’evento traumatico più comune è infatti l’incidente stradale da collisione o il tamponamento. In questo caso,  il corpo viene spinto in avanti mentre la testa e il collo subiscono per inerzia un movimento in iperestensione a cui segue una brusca spinta in avanti, più veloce del movimento del corpo.

Questa iperflessione in avanti corrisponde “alla frustata” della testa rispetto al corpo. Guarda questo video: dinamica del colpo di frusta

Studi recenti hanno evidenziato che il colpo di frusta causa anche un trauma in compressione. Il tronco viene spinto in avanti e in alto rispetto alla posizione inerziale del capo, determinando una deformazione  sigmoidale del rachide cervicale (detta S-shape o forma-S) Essa è considerata oggi il principale meccanismo responsabile delle lesioni strutturali articolari e dei tessuti molli. Guarda questi esempi: tamponamenti e colpo di frusta .

Fattori aggravanti del Colpo di Frusta

ATTENZIONE: questi fattori peggiorano notevolmente gli effetti del trauma:

  • l’assenza di poggiatesta nella fase di iperestensione
  • l’assenza di air-bag attivo nella fase di iperflessione
  • l’assenza di cinture legate
  • essere colpiti con l’auto ferma (al semaforo per esempio)
  • urto improvviso , senza che le persone in auto se ne accorgano o mentre sono distratte da altro
  • impatto mentre si tiene la testa chinata in avanti o ruotata
  • pre-esistenti dolori e disordini cranio-mandibolari, cranio-cervicali, toracici e lombari.
  • “prima volta”

Classificazione dei Colpi di Frusta

I colpi di frusta vengono classificati in Gradi da 0 a IV in base al livello di severità dei segni e sintomi, all’impatto negativo sulle attività quotidiane, ai disturbi psicologici e senso-motori:

– Grado 0: nessun disturbo al collo, nessun segno clinico

– Grado I: Sintomi cervicali: dolore e rigidità cervicale, nessun segno clinico

– Grado IIA: Sintomi cervicali + Segni clinici: riduzione mobilità (ROM) e alterazione reclutamento muscolare + Alterazioni sensitive: iperalgesia locale meccanica.

In questo caso dunque,  ai dolori si associano movimenti limitati, debolezza muscolare e incoordinazione. Inoltre le stimolazioni manuali (massaggi per esempio) risultano dolorose più del dovuto.

– Grado IIB: Sintomi cervicali + Segni clinici + Alterazioni sensitive + Disturbi psicologici: elevato stress psicologico (GHQ-28, Tampa Scale of Kinesiphobia)

Grado IIC: Sintomi cervicali + Segni clinici + Alterazioni sensitive + Disturbi psicologici: elevato stress post-trauma (IES)

In questi ultimi 2 casi, a complicare le cose si aggiungono i dis-stress psico-emotivi che amplificano l’esperienza dolorosa e non aiutano il recupero.

– Grado III: come sopra + Segni neurologici: riduzione o assenza dei riflessi osteotendinei, riduzione della forza muscolare e della sensibilità

In questa situazione sopraggiungono i deficit neurologici.

– Grado IV: presenza di frattura o dislocazione.

In questo caso, il peggiore, è necessario il ricovero ospedaliero ed eventuali interventi chirurgici.

Segni Clinici, Fattori di rischio e decorso clinico del Colpo di Frusta

Quali sono i sintomi e i segni clinici del Colpo di Frusta?

Qual è il suo decorso clinico e soprattutto la sua terapia?

Continua a seguire il blog e scoprilo nel prossimo importante articolo: Colpo di Frusta, segni clinici e fattori di rischio

Testa il tuo mal di testa

TROVA IL CENTRO PIÙ VICINO A TE