VUOI FARE LA DIFFERENZA E OFFRIRE UN SERVIZIO UTILE, EFFICACE, PRECISO?

2 GIORNI DI CORSO CHE CAMBIERANNO IL TUO APPROCCIO AL PROBLEMA

Allora mettiti subito in lista i posti sono LIMITATI!

Le cefalee sono un problema sanitario enorme che recentemente ha scalato le classifiche mondiali delle sindromi disabilitanti con costi sociali diretti ed indiretti enormi, arrivando ad occupare il terzo posto per gravità. Metà della popolazione mondiale soffre di una forma di cefalea.

Le forme più diffuse e diagnosticate sono 2 cefalee primarie: la Cefalea di tipo Tensivo (anche detta Cefalea Tensiva) e Emicrania.

In base alla più recente letteratura, queste cefalee presentano numerose co-morbidità, cioè presentano in associazione altri problemi (es: obesità, ansia, depressione, disturbi del sonno, stress psico-emotivo eccessivo).

1 + 4 =

Tra queste co-morbidità ci sono anche i disturbi muscolo-scheletrici cervicali e mandibolari. La loro associazione con l’Emicrania e la Cefalea Tensiva è molto alta (più della metà dei pazienti sono interessati da tali disordini). Per questo motivo la ricerca e l’esperienza clinica invitano ad un’attenta valutazione del rachide cervicale e/o del distretto cranio mandibolare.

Nonostante ciò, gran parte della medicina tradizionale continua invece a conferire loro poca importanza o a ignorare tali disturbi etichettandoli come “una conseguenza” della cefalea primaria.

Dott. Riccardo Rosa-8Le recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato che la terapia manuale fisioterapica/osteopatica, nei pazienti con disfunzioni muscolo-scheletriche, migliora il meccanismo disfunzionale di sottofondo comune ai principali tipi di mal di testa: la sensitizzazione del tronco encefalico.

I muscoli e le articolazioni del rachide cervicale,o temporo-mandibolari, nonchè i tessuti miofasciali pericranici, quando funzionano “male”, sono causa di nocicezione (irritazione) periferica in grado di sensibilizzare i neuroni del tronco encefalico  alterandone aumentandone l’eccitabilità/irritabilità,. In questo modo possono causare direttamente la cefalea (cefalee secondarie: cefalea cervicogenica o cefalea da disordine temporomandibolare), oppure possono far precipitare o peggiorare l’attacco di una cefalea tensiva o di un’emicrania senz’aura (cefalee primarie).

Esistono test manuali precisi e affidabili, scientificamente validi per verificare il ruolo cervicale o temporo-mandibolare nello sviluppo ed evoluzione delle cefalee. Al tempo stesso esistono tecniche precise e altrettanto valide per eliminare queste stimolazioni nocicettive (irritazioni periferiche) e ridurre il livello di sensitizzazione del sistema nervoso centrale, spegnendo il MAL DI TESTA.

La Clinica del Mal di testa propone un percorso formativo che attraverso un corso base e giornate di perfezionamento e approfondimento, integra in modo sintetico e ben codificato test e tecniche per valutare, trattare e gestire queste problematiche in modo sicuro e efficace.

Tale percorso prevede la selezione e adesione di coloro validi e interessati al network della Clinica del Mal di Testa che per prima sta creando una realtà specifica unica in Italia.  Pertanto sono inserite anche tecniche di comunicazione, di educazione del paziente, programmi di mantenimento, interazioni multidisciplinari, materiale specifico per promuovere il servizio,  diffondere una nuova cultura riabilitativa in questo ambito e  diventare un punto di riferimento standard al riguardo.

LE NOSTRE SEDI