ESAMI FONDAMENTALI per controllare il tuo stato di salute

 

Nei precedenti articoli abbiamo introdotto l’argomento dell’infiammazione cronica silente, le cause e patologie conseguenti, il problema dell’insulino-resistenza.

Leggi qui: infiammazione-cefalee-alimentazione e infiammazione-cefalea-alimentazione-le-patologie.

Cosa fare per capire come stiamo messi? Quali rimedi?

Nella giungla di google e facebook si legge di tutto di più. La cosa più semplice, economicamente vantaggiosa e scientificamente sicura sono le analisi del sangue, in particolare:

  1. Test della Proteina Reattiva CPR: valori normali < 0.55 mg/L
  2. Test del fibrinogeno: valori normali  200-330 mg/dL
  3. Glicemia a digiuno: valori normali < 90 mg/dL
  4. Trigliceridi: valori normali < 150 mg/dL
  5. Colesterolo: < 200 mg/dL
  6. HDL: > 50-60 mg/dL
  7. LDL: < 90 mg/dL
  8. Chol/HDL: < 2 mg/dL più è basso, meglio è.

Per approfondire gli esami del sangue più precisamente leggi qui: http://www.valorinormali.com/elenco/

Esami più specifici e costosi che riguardano le principali citochine pro-infiammatorie e di cui puoi parlare con il tuo medico di riferimento sono:

  1. TNF alpha:  < 1 pg/mL
  2. Interleuchina-1 beta:  < 15 pg/mL
  3. Interleuchina-6:  < 2-29 pg/mL
  4. Interleuchina-8:  < 32 pg/mL

 7 segnali principali per capire quando l’infiammazione è in atto

Ecco i principali 7 segnali che possono permetterti di farti sospettare e decidere di fare una visita:

  1. “pancia o pancetta”: se hai messo sù più di 3-4 kg di grasso, purtroppo un po’ di infiammazione tissutale è già in atto;
  2. disturbi gastrointestinali: se provi acidità di stomaco, dolori e gonfiori intestinali, bruciori, reflusso gastro-esofageo, gas, significa che sei già infiammata/o un bel pò!
  3. stanchezza, debolezza generale, difficoltà di concentrazione, irritabilità dell’umore, nervosismo: ahia, sei molto infiammata/o;
  4. disturbi del sonno e recupero scarso (<6 ore a notte);
  5. rigidità e dolori muscolo-articolari diffusi soprattutto la mattina che anticipano il mal di testa – hai mai fatto uno screening o una valutazione muscolo-scheletrica specifica al riguardo? Leggi qui prima visita e fai il mal-di-testa-test.
  6. tensione generale psico-fisica senza apparente motivo;
  7. ridotto piacere per le attività in generale: devi farti visitare.

2 SOLUZIONI per stare meglio

Partiamo dall’alimentazione. Ci sono 2 soluzioni semplici per ridurre il livello di infiammazione del tuo corpo e della “tua testa”.

Innanzitutto la prima azione da compiere è:  diventa consapevole dei veleni in giro. Qui trovi un breve elenco: 10 alimenti pro infiammatori.

Ti raccomando un’altra lettura pratica e molto efficace per orientarti nella spesa quotidiana, soprattutto per i tuoi figli: http://www.ebookdautore.it/inganno-nel-cibo/ .

Soluzione 1

La prima soluzione pratica per sentirti meglio è: decidi e cambia le tue abitudini alimentari subito!

Orientati verso un regime nutrizionale anti-infiammatorio il prima possibile.

Per fare una dieta anti-infiammatoria essenziale, devi procedere così per almeno 1 mese:

  1. riduzione graduale ma veloce o eliminazione immediata di zuccheri, dolci, bevande gassate, insaccati, carboidrati industriali o raffinati, carni rosse, cibi con glutine e glutammato di sodio, alcohol, grassi idrogenati e trans, latticini e derivati;
  2. consumo pieno di verdure e fibre (leggi subito qui  7 alimenti ricchi fibre), legumi, omega 3, curcumina, fagioli, lenticchie, semi, noci, olio d’oliva, thè, erbe e spezie, grano duro o integrale

In generale va bene tutto ciò che ha un basso indice glicemico. Leggi qui la tabella e scopri l’ indice-glicemico-degli-alimenti-le-tabelle .

Attenta/o alla cena! Questo è il momento della giornata in cui carboidrati complessi ad alto indice (pasta, pane bianchi, dolci, alchool ect) devono essere assolutamente dimenticati durante il periodo di prova.

Ricorda il saggio popolare: “Colazione da re o regina, pranzo da principe o principessa e cena da poveri!”.

Leggi questo articolo: 10 migliori cibi per il mal di testa.

Queste sono indicazioni semplici e generali che tutti “conoscono” ma ben poche/i applicano! Quante cose sappiamo e non facciamo! Tutti tuttologi del web come canta Gabbani, ma poca e “mala” pratica! Compra questo libro del Prof. Barbanti: Nutrizione e mal di testa: Manigia sano che ti passa.

Intanto leggi qui per approfondire ancora meglio l’argomento sugli alimenti che peggiorano o favoriscono l’infiammazione.

Troppe info? Eccoti un regalo pratico: per aiutarti nel quotidiano quando fai la spesa usa questa applicazione molto interessante che in tanti stanno sperimentando: edo, l’app che ti spiega cosa stai mangiando.

Attenzione: l’alimentazione è un fattore chiave ma ricorda che per avere il massimo della salute devi anche:

  1. fare esercizio allenante (15’-30’ x 3 volte a settimana minimo) – leggi qui: esercizio-fisico-gli-effetti-benefici per la cefalea;
  2. controllare e gestire il dis-stress – approfondisci in questo nostro articolo: stress-e-cefalea;
  3. dormire almeno 7 ore e senza disturbi – leggi qui: disturbi-del-sonno-e-cefalea;
  4. integrazione alimentare – leggi qui quante cosa giuste dice il Dr. Ongaro sull’ integrazione-alimentare;
  5. trovare strategie di gestione delle tue attività quotidiane (lavorative, famigliari, intime) semplici e utili, in modo da poter recuperare facilmente e al meglio i disequilibri pre- e post-attacco di cefalea (tecniche di rilassamento, tecniche di raggiungimento obiettivi e organizzazione delle cose da fare);

Per riassumere, noi condividiamo in generale per la vita questo punto di vista sempre del Dott. Ongaro: i-4-fondamenti-della-salute .

Soluzione 2

L’ altra soluzione obbligatoria quando hai una condizione complessa è: rivolgiti a un professionista nutrizionista subito.

Semplice vero? Si, ma ben poche persone lo fanno! E quando lo fanno è già molto tardi!

In caso di Emicrania o patologie complesse associate (diabete, cancro, epilessia, degenerazioni nervose, sindromi gastro-intestinali etc) devi rivolgerti a un Medico Neurologo o un Nutrizionista esperti in cefalee.

Hai mai sentito parlare della Dieta Chetogenica e dei suoi effetti benefici per l’Emicrania e non solo? Devi leggere qui subito: emicrania-e-dieta-chetogenica.

La Clinica del Mal di Testa ha come referenti medici specialisti che fanno ricerca in questo ambito e sono i massimi esperti al riguardo. Conosci il noto Dott. Cherubino Di Lorenzo?

Chiama per una visita.

Continua a seguire la pagina https://www.facebook.com/clinicadelmalditesta/

Nel prossimo articolo parleremo di integrazione specifica per Cefalee, cosa puoi prendere di efficace e salutare per aiutarti a stare meglio da subito!

Testa il tuo mal di testa

CLINICA DEL MAL DI TESTA

È IL PRIMO NETWORK MULTIDISCIPLINARE ITALIANO DI PROFESSIONISTI ESPERTI NELLA VALUTAZIONE, CURA E GESTIONE DELLA PERSONA CON MAL DI TESTA O CEFALEA

TROVA IL PROFESSIONISTA o IL CENTRO PIÙ VICINO A TE